Seguici su

Asti

Il 15 dicembre a Govone si cena con Babbo Natale

Govone, Asti e San Damiano d’Asti ospitano la diciassettesima edizione del Magico Paese di Natale

Redazione Quotidiano Piemontese

Pubblicato

il

ASTI –  Dall’11 novembre al 17 dicembre 2023, si rinnova l’appuntamento con il “Magico Paese di Natale”, evento diffuso nel territorio delle Langhe – Roero e Monferrato in Piemonte, inserito dal portale European Best Destinations tra i 10 più importanti mercatini natalizi d’Europa.

Protagoniste dell’atmosfera tipica del Natale – tra luci, colori, fatine ed elfi – saranno il suggestivo borgo di Govone, dove Babbo Natale ha la sua residenza nel Castello Reale, Asti con il celebre mercatino natalizio e San Damiano d’Asti che ospiterà il Presepe vivente. Un angolo di Piemonte dalla grande cultura e tradizione enogastronomica, il cui paesaggio è stato eletto Patrimonio dell’Umanità, dove per 6 weekend sarà possibile vivere lo spirito più autentico del Natale.

Giunto alla diciassettesima edizione, il “Magico Paese di Natale” rappresenta una delle manifestazioni più attese e suggestive a livello nazionale. I biglietti per partecipare alla manifestazione potranno essere acquistati sul sito www.magicopaesedinatale.com.

Quest’anno il Magico Paese di Natale ha pensato di fare un regalo speciale agli amanti delle tradizioni e delle sorprese. Il 15 dicembre, infatti, nel magico Borgo di Govone sarà possibile prendere parte ad un’esperienza unica: nell’agriturismo Cascina Roero le famiglie avranno la possibilità di sedersi a tavola e degustare le prelibatezze del territorio in compagnia di Babbo Natale in persona, di Tata Elfa e dei suoi aiutanti elfi.

Per l’occasione si è pensato alla preparazione di due menù per soddisfare ogni palato, di grandi e più piccini. Per rendere il tutto ancora più divertente, durante la serata i bambini avranno la possibilità di consegnare direttamente a Babbo Natale la propria letterina e indossare simpatici accessori a tema natalizio. I biglietti per partecipare alla cena con Babbo Natale potranno essere acquistati sul sito https://www.ciaotickets.com/it/biglietti/cena-con-babbo-natale-e-gli-elfi.

TRA ENOGASTRONOMIA E ARTIGIANATO: AL VIA L’11 NOVEMBRE IL MERCATINO NATALIZIO DI ASTI

Sarà il primo dei tre eventi diffusi sul territorio ad aprire le danze. Ad Asti, dall’11 novembre, prende il via il mercatino natalizio: l’unico in Italia a essere entrato nella “Top Ten” dei migliori mercatini natalizi d’Europa. Per questa edizione sarà raddoppiata l’area dell’evento con, all’interno, spazi dedicati a spettacoli; il numero delle casette di legno presenti toccheranno la quota di 130.

Altra novità la collocazione dell’area del mercatino che sarà Piazza Alfieri, una zona centralissima della città, particolare per la sua forma triangolare tanto da ricordare un albero di Natale stilizzato.

Le casette di legno ospiteranno artigiani e produttori provenienti da tutta Italia, con i loro manufatti perfetti per un regalo speciale, i prodotti deliziosi da assaggiare e lo street food per una pausa golosa e diversa dal solito: il tutto all’insegna delle magiche atmosfere natalizie tra addobbi e animazioni 3D.

Anche per il 2023 viene riproposta, in affiancamento al mercatino, una particolare visita della città in chiave natalizia. Tour guidati per le famiglie e le comitive ai punti principali del mercatino e della città, dando maggiore enfasi all’atmosfera festosa.

LA RESIDENZA DI BABBO NATALE? È A “GOVONIA”

Proprio in cima a una delle tante colline del Roero è situato il piccolo ma incantevole paese di Govone, con il suo castello Patrimonio Unesco, le vigne, i campi e l’impressione di essere trasportati lontano nel tempo e nello spazio, fino a raggiungere la “Govonia”, la residenza di Santa Claus e della corte elfica.

Qui, a partire dal 18 novembre, il pittoresco borgo apre le porte alla Casa di Babbo Natale, allestita all’interno del suggestivo Castello Reale dove musical e animazione ricreeranno un’atmosfera fiabesca. Sarà possibile incontrare Santa Claus in persona e i suoi simpatici e insostituibili elfi, indaffarati per le preparazioni natalizie e imparare i segreti per diventare dei veri aiutanti di Babbo Natale.

Per offrire infine un intrattenimento che soddisfi anche coloro che sono meno inclini alle animazioni classiche, sarà anche possibile addentrarsi tra le sale di Natale a Casa Savoia per un viaggio temporale che porta il visitatore a conoscere la cultura ottocentesca inerente al periodo natalizio e ammirare, nel contempo, le magnifiche sale del maniero, giunte quasi intatte fino ai giorni nostri. Il tema sviluppato quest’anno è quello dei simboli del Natale di ieri e di oggi.

LE INSTALLAZIONI LUMINOSE CON IL PARCO INCANTATO

Quest’anno, forti del successo ottenuto con le installazioni luminose della precedente edizione, sempre a Govone si proporrà un nuovo e suggestivo allestimento che condurrà il visitatore in una bolla magica sospesa tra Langhe, Monferrato e Roero.

Oltre alla stella cometa di 17 mt, la slitta con le renne e la cornice per selfie dal belvedere del castello, l’evento 2023 prevederà l’installazione di ulteriori soggetti tridimensionali. In questo modo sarà possibile mantenere una permanenza alta anche in orario preserale, dando la possibilità di ammirare la bellezza delle luci di Natale in un contesto unico come il parco del Castello Reale di Govone.

IL PRESEPE VIVENTE DI SAN DAMIANO D’ASTI: DOVE TROVARE LO SPIRITO PIU’ AUTENTICO DEL NATALE

Saranno quattro gli appuntamenti che si susseguiranno nella città di San Damiano d’Asti a partire dal 3 dicembre, fino al 10 dicembre e che vedranno protagonista il Presepe vivente, giunto alla sua 14 esima edizione. Nelle suggestive cantine storiche del paese, tra cortili, i vicoli acciottolati e i sotterranei un corteo di viandanti accompagnerà i visitatori a scoprire la rievocazione della natività con scene di antichi mestieri e personaggi tradizionali.

Protagonisti Re Magi, falegnami e mercanti che ricreeranno un Presepe in forma vivente e accompagneranno visitatori di tutte le età per le vie storiche del paese, dove si potranno riscoprire i mestieri e i costumi di una volta facendo qualche stop tra locande e piacevoli luoghi di ristoro.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *