Seguici su

Alessandria

Un anno dal mancato Vertice Antimafia a Casale Monferrato

Ad un anno dal sospetto annullamento del 32esimo Vertice Antimafia che avrebbe dovuto svolgersi a Casale Monferrato il PD chiede spiegazioni.

Caterina Malanetto

Pubblicato

il

CASALE MONFERRATO – Il circolo del Partito Democratico di Casale Monferrato ricorda l’annullamento avvenuto un anno fa del 32esimo Vertice Nazionale Antimafia, che avrebbe dovuto svolgersi nel comune alessandrino.

Il Vertice venne annullato dalla Fondazione stessa il giorno prima, dal momento che era «venuto meno il rapporto fiduciario con il civico consesso monferrino a seguito della segnalazione di un nominativo da premiare privo dei requisiti richiesti per l’assegnazione del riconoscimento».

L’annullamento è stato caratterizzato da diverse peculiarità: dalla rapida decisione presa dalla Fondazione meno di un giorno prima dell’apertura, allo spreco di denaro pubblico nei preparativi; dal fatto che il Sindaco e l’Amministrazione non abbiano accettato di eliminare un unico nominativo ambiguo, rispetto al numero forse eccessivo (oltre 30) di Premi per la Legalità da assegnare.

Il circolo del PD di Casale si chiede dunque che fine abbiano fatto le annunciate azioni legali dell’Avvocato nonché Vicesindaco Emanuele Capra e dal Sindaco Federico Riboldi con l’intento di “appurare eventuali atti diffamatori nei confronti dell’Amministrazione”.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *