Seguici su

Eventi

Decima edizione di “Lavori in Corto”: il cinema per raccontare l’accoglienza e la diversità

A Torino, concorso nazionale di cortometraggi e documentari promuove la riflessione sociale attraverso l’arte cinematografica

Caterina Malanetto

Pubblicato

il

TORINO – Si avvicina la scadenza per partecipare alla decima edizione di “Lavori in Corto“, il rinomato concorso nazionale di cortometraggi e documentari promosso dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema di Torino. Con un focus dedicato al tema dell’accoglienza, il concorso invita giovani registi e registe under 35 a esplorare storie di integrazione, cambiamento e convivenza attraverso l’arte cinematografica.

Il termine ultimo per l’invio dei progetti è fissato per il 14 luglio, offrendo agli aspiranti cineasti l’opportunità di esprimere la propria creatività e sensibilità su un argomento di rilevanza sociale sempre più attuale.

I dettagli su questa edizione

L’edizione del 2024 non si limita alla competizione artistica, ma si propone anche come catalizzatore di solidarietà e impegno sociale. A sostegno del concorso è stata lanciata una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso, la piattaforma leader nel crowdfunding e nella social innovation. Questa iniziativa mira a garantire il finanziamento necessario per i premi in palio e per l’ospitalità dei finalisti, promuovendo al contempo un dibattito costruttivo sulla funzione del cinema documentario nella promozione della diversità e dell’inclusione.

«I progetti di accoglienza presentati raccontano storie di territori lasciati e ricordati, o scoperti e condivisi» sottolinea l’organizzazione del concorso «Abbiamo l’obiettivo di stimolare i partecipanti a esplorare situazioni delicate ma ricche di opportunità, invitandoli a essere testimoni o protagonisti di esperienze vissute dall’interno o dall’esterno».

La dedica a Marina Panarese

Quest’anno, “Lavori in Corto” dedica la sua edizione a Marina Panarese, fervente attivista per i diritti dei migranti e figura di spicco nell’operato sociale, scomparsa due anni fa. La sua eredità di curiosità e impegno nel confronto con il mondo continua a ispirare gli artisti partecipanti, rendendo questa edizione ancora più significativa e carica di significato.

La premiazione

Il concorso non solo celebra la creatività emergente nel campo del cinema documentario, ma facilita anche un dialogo aperto tra associazioni, operatori del settore e il pubblico. Attraverso eventi di avvicinamento e preparazione, “Lavori in Corto” culminerà in tre giornate intense dal 11 al 13 ottobre, con la proiezione dei lavori selezionati e la premiazione dei vincitori.

Per maggiori informazioni: www.produzionidalbasso.com

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv