L’agenzia Fitch taglia il rating di Regione Piemonte e Comune di Torino

Fitch ha tagliato il rating della Regione Piemonte e del Comune di Torino. Il taglio, che riguarda 40 enti locali italiani, è conseguenza del taglio del rating sovrano dell’Italia, avvenuto il 27 gennaio. La Regione Piemonte passa da A a A- e il rating resta sotto osservazione. Il Comune di Torino passa invece da A+ a A-, con outlook negativo.

A gennaio Fitch aveva tagliato il rating sovrano dell’Italia di due livelli, a A- da A+, con outlook negativo.

LE PAROLE CHIAVE. Il rating è un voto che delle agenzie specializzate (come Fitch) assegnano ad un qualsiasi Stato, ente o azienda che emette titoli di debito. Una sorta di mappa per un eventuale investitore per cercare di misurare il rischio da assumere. Il voto varia tra AAA e la D di default, ovvero insolvenza. Contemporaneamente al voto le agenzie assegnano un valore in prospettiva (outlook): in questo caso la valutazione può essere stabile, positiva o negativa (e arrivare dunque a un taglio del rating, esattamente com’è successo in queste ore con Regione Piemonte e Comune di Torino).