Payback, quando il debito non si può saldare con il denaro

Dare e avere. Il debito e il lato oscuro della ricchezza è il libro di Margaret Artwood che fa da solida base per Payback, il documentario di Jennifer Baichwal che indaga a fondo il concetto di debito immergendosi nella faida decennale di due famiglie albanesi che seguono l’antico codice Kanun, nel disastro ecologico della British Petroleum nel Golfo del Messico, nella semi-schiavitù alla quale sono costretti i raccoglitori di pomodori della Florida. C’è più filosofia che economia, più ecologia che giurisprudenza in questo documentario che scavalca a piè pari il comune sentire proponendo alcune riflessioni fondamentali per il futuro del pianeta. Il debito che contraiamo nei confronti della natura è pressoché irreversibile. Lo sfruttamento petrolifero del Golfo del Messico ha consentito alla BP grandissimi profitti in pochi decenni ma quanto ci vorrà, invece, per risanare il disastro ecologico del 2011?

Anche in quanto consumatori siamo in debito. Chi acquista pomodori a basso costo nei fast food o nelle catene di grande distribuzione contrae un debito invisibile nei confronti dei raccoglitori costretti a una semi-schiavitù dalle aziende agricole che massimizzano i profitti. L’idea di debito condiziona ogni strato della società mutando quelle che sono le relazioni interpersonali, gli equilibri economici di una comunità, le strutture di governo e, per estensione, il destino del pianeta.