Schmidheiny ha fatto ricorso contro la sentenza Eternit

L’industriale svizzero Stephan Schmidheiny ha inoltrato ricorso contro la sentenza sul caso Eternit del tribunale di Torino dello scorso febbraio. Lo ha affermato il portavoce di Schnidheiny citato oggi dall’agenzia di stampa svizzera Ats. Schmidheiny ed il barone belga Louis de Cartier erano stati condannati a 16 anni di carcere e a risarcimenti milionari per disastro ambientale doloso e omissione volontaria delle cautele anti-infortuni. Il ricorso al tribunale d’appello di Torino è stato confermato oggi all’agenzia svizzera Ats dal portavoce di Schmidheiny, Peter Schuermann, che conta in una riapertura del processo entro tre o cinque mesi.

Lo scorso 11 luglio anche il barone belga De Cartier ha presentato ricorso in appello. L’avvocato Cesare Zaccone, che fa parte del suo collegio difensivo, spiega che chiederanno alla Corte d’appello la revisione totale della sentenza di primo grado.



In questo articolo: