Le manifestazioni dei #forconi a Torino e in Piemonte di mercoledì 11 dicembre – liveblog

via arsenale francesco piccoloTerzo giorno della protesta dei forconi a Torino, anche oggi sono annunciati presidi in tutta la città e in provincia con blocchi stradali e manifestazioni. Dopo il primo giorno di eventi che ha visto scontri tra manifestanti e polizia, arresti, ma anche momenti di distensione tra manifestanti e forze dell’ordine il secondo giorno ha visto l’allargarsi delle manifestazioni data anche la compresenza di studenti e operai. I momenti più difficili sono stati davanti al Consiglio Regionale del Piemonte. Nella notte è stato rimosso il presidio di piazza Derna mentre rimangono attivi quelli di piazza Castello e piazza Pitagora a Torino. Con l’aiuto dei lettori Cercheremo di seguire momento per momento tutto quello che accade a Torino e in tutto il Piemonte. La mappa delle zone calde, le webcam, la diretta twitter e le fotogallery di oggi.

22:40 Momenti di tensione oggi a Biella dove manifestanti del movimento dei forconi hanno sostato e lanciato monetine e altri oggetti contro la sede della Cgil. Una delegazione è stata ricevuta dal sindaco, Dino Gentile.

22:10 Danilo Calvani leader dei forconi precisa che la Jaguar su cui è arrivato in piazza Castello non è sua, ma è stato accompagnato

20.05 Aggiornamento sulla difficile situazione di Nichelino. Il sindaco Pino Catizone è stato fisicamente liberato dall’assedio imposto dai manifestanti e ha lasciato il Comune.

19.50 Situazione molto tesa a Nichelino, dove il sindaco Pino Catizone ha dichiarato all’Ansa poco fa: “Il Municipio è circondato da tre giorni, al momento non possiamo uscire dal palazzo. Ci hanno isolati 30-35 manifestanti per lato e davanti al Municipio ce ne sono centinaia. Chiedono lavoro, casa e le dimissioni del sindaco e di tutti i politici. Appaiono molto minacciosi, io sono andato a parlare con loro cercando un dialogo, ma non è servito a nulla”

19.35 Il leader del movimento “9 dicembre” è arrivato un’oretta fa a Torino per parlare ai manifestanti. L’appuntamento era in piazza Vittorio, ma gli ambulanti che si trovavano in piazza Castello, vero cuore della protesta torinese, non hanno voluto spostarsi. Qui i dettagli

19.30 Anche il premier Enrico Letta commenta le proteste di questi giorni: “Se il governo si accorda con le categorie economiche di riferimento, con più del 90% di quelle categorie, e si viene a dire che quelli che manifestano rappresentano il Paese, io rispondo che non è vero, si tratta di una piccola minoranza di una categoria economica, è uno stravolgimento delle regole di una democrazia economica che noi dobbiamo
seguire”

19.15 Continuano i blocchi a Torino. La Procura ha aperto un’inchiesta sui fatti di questi giorni ipotizzando i reati di devastazione e saccheggio. Il fascicolo investigativo è attualmente a carico di ignoti, ma a Palazzo di Giustizia si concentreranno tutte le segnalazioni sugli avvenimenti relativi alle proteste dei forconi dei giorni scorsi e dei prossimi.

18.26 Secchiate d’acqua dalle finestre contro il corteo di manifestanti che da piazza Vittorio ha risalito via Po verso la sede della Regione. È questo il trattamento riservato ai forconi da alcuni abitanti di via Po

17.53 Nuovo presidio in piazza Castello sotto il palazzo della Regione. I manifestanti gridano cori contro i politici (“Andate a casa!”) e invitano, come ormai di consueto, i poliziotti a togliersi i caschi

17.25 Dichiarazione di Nichi Vendola: “Quello che si vede in molte città è un fenomeno inquietante, che mescola elementi dell’estrema destra, insieme a pregiudicati, delinquenti, mafiosi. “Un conto è un fenomeno rivoltoso che pare
avere una precisa regia politica, un conto è il disagio sociale ed economico che riguarda tanta parte dell’Italia e
che andrebbe ascoltato con attenzione. Attenzione agli apprendisti stregoni, quelli che evocano le forze del male e
poi non le sanno più controllare”

17.20 Silvio Berlusconi ha deciso di annullare l’incontro che aveva previsto con alcuni rappresentanti delle manifestazioni di questi giorni: “Ho deciso, per evitare ogni possibile strumentalizzazione, di rinviare l’incontro previsto per questo pomeriggio con una delegazione di autotrasportatori, ma rivolgo il mio invito al Governo affinchè si faccia subito interlocutore attento delle istanze rappresentate da migliaia di aziende che stanno pagando la politica recessiva
degli ultimi 2 anni”

17.10 Aggiornamento GTT: Linee deviate in centro città per cortei di manifestanti in piazza Castello, via Po Vittorio Veneto e via Cernaia. Altri blocchi in via Altessano-Sansovino e corso Grosseto. Mini cortei e presidi con impedimenti al traffico di piazza Cattaneo e corso Settembrini. Continua il presidio a Nichelino e risolto quello di Mappano.

16.30 Bloccato corso Moncalieri all’altezza della Gran Madre. Parte dei manifestanti sono in piazza Vittorio per decidere come proseguire la protesta nei prossimi giorni.
Un grupppo più piccolo è entrato all’interporto Sito ma non ha per ora bloccato i lavori.

15.54 Manifestanti di nuovo in piazza Castello, metre alcuni gruppetti si stano dirigendo verso la tangenziale.
Intanto la polizia comunica di aver arrestato anche Yuri D’ambra, 25 anni, per il reato di Violenza Privata Aggravata: ha bloccato un tassita costringendolo a scendere dalla propria macchina.

15.34 Alcuni momenti delle manifestazioni di questa mattina

15.17 Abbiamo chiamato la Questura per verificare la notizia dell’autorizzazione ad un presidio in tangenziale. La notizia ci è stata nettamente smentita! Non è stato autorizzato alcun blocco della tangenziale!

14.36 Uno degli organizzatori comunica di aver avuto l’autorizzazione dal Questore a bloccare la tangenziale di Torino alle 15.30

forconi-tangenziale

14.33 La polizia ha sequestrato uno dei camion utilizzati in questi giorni per i blocchi stradali. Appartiene a Cristell Conto, eporediese di 36 anni, che è stato arrestato per violenza privata aggravata.

14.23 Il sindaco di Chivasso Lino Ciuffreda ha ricevuto i manifestanti ed ha appoggiato le proteste: “Mi trovo non solo concorde ma sono proprio sulla stessa linea, per questo motivo sono qui davanti a voi, a metterci la faccia”.

14.15 Gtt comunica che a Torino la linea 4 è limittata a corso regina Margherita/Piazza della Repubblica, poi prosegue con navette ma molto rallentate.

13.50 Blocchi ancora presenti a Chivasso, Avigliana, Settimo, Pianezza, Carmagnola, Avigliana, Nichelino e Pinerolo.

13.30 Si segnalano lanci di bombe carta al Carrefour di Nichelino. Ancora problemi per entrare ed uscire da Porta Nuova. Una sola porta aperta.

13.00 Manifestanti e studenti davanti a Porta Susa. La zona è bloccata

12.55 Il comitato 9 dicembre comunica via Facebook agli aderenti di abbandonare i presidi (non più autorizzati) e si da nuovamente appuntamento alle 16.00 in piazza Vittorio per decidere le prossime mosse.

12.50 Su Facebook si sta organizzando un controevento per chi ritiene inaccettabili le modalità della protesta di questi giorni.

12.48 Proteste di studenti anche a Bra, davanti al Municipio. Disagi al traffico.

12.44 Si segnalano momenti di tensione in diverse parti di Torino tra manifestanti e cittadini cui viene impedito il tragitto in macchina o l’utilizzo dei mezzi pubblici.

12.37 Libero l’accesso alla stazione di Torino Porta Nuova

12.34 Affascinante ripresa aerea della manifestazione di Ivrea (il video è però del 9 dicembre)

12.20 Incidente stradale con feriti in piazza Derna (attendiamo dettagli)

12.14 Gtt comunica che la Metro è in regolare servizio, mentre è stata chiusa la stazione di Porta Nuova per motivi di sicurezza

12.12 A Pinerolo si segnalano piccoli scontri tra manifestanti e cittadini

12.00 Chiuso il traffico su via Breglio. In piazza Massaua i manifestanti hanno provato ad entrare in metropolitana ma hanno poi desistito. Blocchi stradali anche a Trifarello, Nichelino e Moncalieri.

11.50 A Carmagnola bloccato l’ingresso al supermercatoBennet

11.40 La polizia ha liberato un blocco all’ingresso Sud dell’Interporto di Orbassano, dove c’erano alcuni mezzi di traverso

11.37 A Torino c’è chi prova ad organizzare una protesta artistica organizzando un concerto spettacolo in piazza Castello per venerdì prossimo

11.31 Blocchi segnalati anche a Ciriè

11.17 Un gruppo di studenti sta bloccando il sottopasso di corso Regina Margherita all’incrocio con corso San Maurizio.

forconi-corso-regina
(foto di Carla Ruffino)

11.07 La polizia interviene a Le Gru, in corso l’identificazione dei manifestanti

10.50 Sono ufficialmente 32 le persone denunciate dai carabinieri del Comando Provinciale di Torino nel corso delle operazioni di ripristino della viabilità e sgombero dei blocchi stradali avvenuti ieri a Torino in corso Traiano, corso Maroncelli, corso Unità d’Italia, corso Settembrini, corso Orbassano, piazza Massaua, corso Marche, corso Racconigi, piazza Pitagora, corso Vittorio Emanuele, piazza Rivoli, piazza Massaua, via Pietro Cossa, corso Francia e via De Sanctis. Sono accusati, a vario titolo, di violenza privata in concorso per “plurimi e arbitrari blocchi alla circolazione stradale”.

10.40 Comunicato GTT:

Metro chiusa la stazione di Porta Nuova.
Al momento le linee da e per il centro città risultano regolari anche se rallentate. Gruppi di manifestanti sono segnalati in movimento verso piazza Castello.
Blocchi di manifestanti nelle piazze Derna e Rebaudengo e in piazzale Romolo e Remo, in strada Druento-Altessano e a Nichelino con conseguenze sulla regolarità di percorsi e orari delle linee interessate.
La linea 4 è limitata in corso Regina Margherita/piazza della Repubblica. Navette bus percorrono corso Giulio Cesare fino a Falchera seppure con i rallentamenti dovuti ai blocchi sopra segnalati.

RITARDI E PARZIALE SOPPRESSIONE TRENO SFMA
A causa di in blocco di manifestanti, sul tratto Ciriè – Torino della linea SFMA risulta parzialmente soppresso il treno 16 e in ritardo di circa 30 minuti il treno 18.

10.37 Manifestanti segnalati a Le Gru e via De Sanctis bloccata

10.26 Cortei di studenti anche in piazza Massaua, mentre si segnalano disordini al mercato della Crocetta, unico aperto in città.

10.15 Anche oggi sono chiusi praticamente tutti i mercati di Torino, compreso Porta Palazzo

10.05 Comincia ad essere piena di studenti piazza Castello

studenti-forconi-piazza-castello
(foto di Marco Traverso)

9.43 Blocchi in via Novara, corso Belgio, via Bibiana. Anche oggi la situazione è molto difficile.

9.39 Blocchi in via Madama Cristina a Torino. Intanto sono migliaia gli studenti che da diverse zone della città stanno convergendo verso piazza Castello.

via-madama-cristina-forconi
(foto di FranLeu)

9.34 Studenti in corteo in via Bologna direzione piazza Castello

studenti

(foto McGuero)

9.23 Al terzo giorno di proteste arrivano le prime dichiarazioni dei politici
Il ministro Maurizio Lupi: “Finora il Paese ha dato una risposta incredibile e generosa alla crisi. Ma proprio ora che abbiamo un trimestre senza il segno meno davanti al Pil, ci prendiamo il lusso di impazzire? Dove porta questa protesta? Come migliora le cose? Lo chiedo a chi manifesta e blocca le strade, ma soprattutto a chi soffia sul fuoco”
Il presidente della Camera Laura Boldrini: ‘Non ci devono colpire le proteste, perché si tratta di persone messe a dura prova. La protesta non deve essere ignorata, ma va ascoltata. È dovere di chi ha responsabilità pubbliche dare risposte. Quello che proprio non va fatto, e ce lo insegna Mandela, è seminare odio. Le contrapposizioni sono un segno di democrazia, ma non si deve né fomentare, né strumentalizzare la rabbia e il malcontento, o alimentare sentimenti pericolosi. Bisogna astenersi dal fare dichiarazioni che mirano solo ad aumentare la tensione sociale. Fare polemiche di palazzo non serve. La gente è stanca. Anziché perdersi in schermaglie sterili bisogna capire come migliorare la vita degli italiani”, dice Boldrini. ”Gli attacchi violenti verso la politica senza distinzioni, oltre ad essere inaccettabili, sono una perdita di tempo, fare le liste contro i presunti deputati illegittimi è ingiusto, fare le liste di proscrizione dei giornalisti è solo inquietante. Certamente non risolve il problema di chi non arriva alla fine del mese”

9.20 Un centinaio di persone in via Lamarmora a Biella, davanti all’Esselunga, da dove partirà il corteo biellese di oggi. Ci sono anche molti trattori e un forte schieramento di forze dell’ordine

biella-forconi
(foto ProvinciadiBiella.it)

9.14 Disagi alla viabilità in via Cernaia, corso Vinzaglio e corso Siccardi. Ci sono circa 300 studenti che presidiano piazza Statuto, bloccando il traffico. Qui al momento la situazione più difficile in città.
Gtt segnala rallentamenti in piazza Derna, piazzale Romolo e Remo e a Mappano a causa di tentati presidi. Cortei studenti in direzione centro città con linee interessate limitate e deviate.

9.11 Forti rallentamenti agli svincoli dell’A32, in particolare ad Avigliana ci sono rallentamenti

8.50 All’alba la polizia ha sgomberato un blocco al Caat di Grugliasco permettendo così a 300 camion di uscire con derrate alimentari per negozi e supermercati. Lo sgombero è stato tranquillo. I circa 200 manifestanti si sono ritirati senza opporre resistenza.

8.36 Per il momento liberi i presidi di piazza Pitagora e piazza Derna, libera anche piazza Massaua

8:00 Il presidio di piazza Derna, nella zona nord della città , è stato sgomberato dalla polizia. Numerosi manifestanti sono stati identificati

7:00  Nella notte carico regolare, invece, per i camion di frutta e verdura al Centro agroalimentare torinese, a Grugliasco, nonostante fosse in corso la protesta di 200 manifestanti.



In questo articolo: