Multa salata per un commerciante astigiano. Tutto a causa di 4 iPad in uso nella sua piadineria

tabletUna multa salata per Roberto Cairo, il 49enne titolare di “Gina la piadina”, piadineria in via Gobetti, vicino alla centrale piazza San Secondo. I finanzieri lo hanno multato per 5.300 euro. Tutto ha avuto inizio nei giorni scorsi quando, per fidelizzare la clientela e accattivare quella giovane, Cairo ha messo a disposizione nel suo locale 4 iPad per leggere i giornali on line o giocare e divertirsi con qualche applicazione mentre si attende la piadina o si mangia. Insomma, all’apparenza una semplice tecnica di marketing, anche efficace se si considera che i clienti l’apprezzano. La finanza, invece no. A quanto pare, infatti, i famigerati tablet sono sprovvisti dell’autorizzazione necessaria per essere esposti e usati in pubblico, cosa che ora Cairo non può più fare. Il commerciante astigiano si è giustificato sostenendo l’ignoranza dei fatti, non immaginando nemmeno fossero indispensabili tali autorizzazioni e così ora si ritrova a fare i conti con la sanzione amministrativa.  



In questo articolo: