Voleva uccidere pm torinese, intercettate conversazioni in carcere che svelano piano

Avrebbe chiesto a due detenuti, un calabrese e un palermitano, di aiutarlo a trovare le armi per l’attentato. Lui, Salvatore Veneziano, 22 anni, di Milazzo, detenuto a Messina  avrebbe progettato di uccidere la pm di origine torinese Federica Paiola, 32 anni.

A riferirlo sono alcuni quotidiani messinesi che parlano di alcune conversazioni di Veneziano intercettate in carcere. Da quanto si apprende la pm stava indagando su di lui ed è riuscita ad ottenere il suo arresto per alcuni attentati incendiari di cui è sospettato e per avere molestato l’ex fidanzata alla quale avrebbe distrutto la pizzeria.

L’uomo è un braccio armato del racket tra Milazzo e Barcellona,

Secondo le conversazioni Federica Paiola avrebbe  dovuto essere uccisa mentre da Milazzo, senza scorta, si recava a Barcellona.



In questo articolo: