Ecco le migliori osterie piemontesi 2019 di Slow Food

Come ogni anno anche per il 2019 è stata presentata la Guida alle Osterie d’Italia di Slow Food: direttamente dal Salone del Gusto, al Lingotto a Torino, i curatori Eugenio Signoroni e Marco Bolasco hanno presentato la 29esima edizione.

E, ovviamente, tra le eccellenze, non potevano mancare le osterie piemontesi. Ecco chi si è aggiudicato la Chiocciole!

PIEMONTE

Osteria Del Vicoletto Alba (Cn)
Osteria Dell’arco Alba (Cn)
Locanda Dell’olmo Bosco Marengo (Al)
Battaglino Bra (Cn)
Boccondivino Bra (Cn)
Violetta Calamandrana (At)
Il Moro Capriata D ?orba (Al)
Cacciatori Cartosio (Al)
Madonna Della Neve Cessole (At)
La Torre Cherasco (Cn)
Locanda Dell’arco Cissone (Cn)
Ristorante Del Mercato Da Maurizio Cravanzana (Cn)
La Speranza Farigliano (Cn)
Reis Frassino (Cn)
Lou Pitavin Marmora (Cn)
Repubblica Di Perno Monforte D ?alba (Cn)
Cantina Dei Cacciatori Monteu Roero (Cn)
Osteria Alpino Paesana (Cn)
Corona Di Ferro Saluzzo (Cn)
Osteria Della Pace Sambuco (Cn)
Del Belbo Da Bardon San Marzano Oliveto (At)
La Coccinella Serravalle Langhe (Cn)
Impero Sizzano (No)
Antiche Sere Torino
Consorzio Torino
Locanda Del Falco Valdieri (Cn



In questo articolo: