Ci sono solo più 600 mila euro nelle casse della Fondazione Mauriziano: si aspetta il nuovo presidente

La spesa ordinaria annuale per la Fondazione Mauriziano è di quasi 4 milioni di euro, ma si incassa circa la metà, e ora sono rimasti solo 600 mila euro per andare avanti pochi mesi. Non si arriva all’estate.

Per questo si attende con trepidazione il nuovo presidente, che molte voci danno per sicuro: Angelo Miglietta, pro-rettore vicario alla Iulm di Milano dove insegna economia, ex- segretario generale della Fondazione Crt e l’uomo dietro al progetto delle Ogr di Torino. Avrà un compito difficile dato che, dopo il commissariamento dell’Ordine Mauriziano nel 2002, è stato venduto tutto il vendibile e sono rimasti la Palazzina di Caccia di Stupinigi, Sant’Antonio di Ranverso, l’Abbazia di Staffarda, la Basilica Mauriziana, le Chiese di Cagliari e Asti e terreni vari, considerati non appetibili dal mercato perché protetti da vincoli d’uso.

Si pensa già ad un futuro possibile con l’entrata di privati per quanto riguarda la gestione, come suggerisce il presidente della Compagnia di San Paolo Francesco Profumo.