Spariscono protesi per 800 mila euro, arrestato caposala del Santa Croce di Cuneo

I militari della guardia di finanza hanno agito senza divise per arrestare direttamente in ospedale Antonio Iannicelli, caposala del blocco operatorio del Santa Croce di Cuneo. Per lui l’accusa è di truffa aggravata ai danni dello Stato. Sarebbe infatti responsabile della sparizione, in vari anni, di materiale dalla sezione protesica dell’azienda ospedaliera e di altro materiale sanitario, per un valore superiori agli ottocentomila euro.

Ora è arrivata la dichiarazione ufficiale di Corrado Bedogni, direttore generale dell’azienda ospedaliera: “Abbiamo denunciato il caso all’autorità giudiziaria quasi un anno fa, dopo aver notato strani scostamenti a livello di budget. Lo abbiamo fatto, tra l’altro, anche per tutelare i nostri dipendenti che nella stragrande maggioranza lavorano con impegno e abnegazione, garantendo un eccellente posizionamento dell’azienda per qualità delle prestazioni nel contesto provinciale e regionale”.



In questo articolo: