L’omicida di Novara al gip: “Voglio farla finita, è meglio che mi uccida”

“Voglio farla finita, è meglio che mi uccida”. Sono le parole di Alberto Pastore, il giovane che nella notte tra domenica e lunedì ha ucciso l’amico Yoan Leonardi nella zona di Borgo Ticino, in provincia di Novara, ha pronunciato oggi nel corso durante l’udienza di convalida. Il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.

LEGGI ANCHE Parla il padre di Yoan Leonardi: “Alberto ha ucciso mio figlio a tradimento ma non provo odio”. La ex del ragazzo subissata di insulti sul web

Nel corso dell’udienza Alberto ha ammesso le proprie responsabilità così come, poco dopo l’omicidio, aveva fatto con un post su Facebook e con un video su Instagram. In aula Pastore è sembrato molto provato ed è più volte scoppiato in lacrime.

LEGGI ANCHE Accoltellato a morte fuori dalla discoteca durante una rissa, l’assassino su Facebook: “Ho ucciso per amore”