Ezio Bosso: ‘Smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte e suonare, ho due dita che non rispondono più bene’

“Se mi volete bene, smettete di chiedermi di mettermi al pianoforte e suonare. Non sapete la sofferenza che mi provoca questo, perché non posso, ho due dita che non rispondono più bene e non posso dare alla musica abbastanza. E quando saprò di non riuscire più a gestire un’orchestra, smetterò anche di dirigere”. E’ quanto ha rivelato Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra incontrando il pubblico barese nella Fiera del Levante. Bosso, che dal 2011 soffre di una patologia degenerativa, si è raccontato, con accanto il suo cane Ragout, parlando di musica, arte e talento.



In questo articolo: