Seguici su

Cittadini

Persino il giudice si commuove in tribunale per il maltrattamento di cavalli a San Benigno Canavese

Avatar

Pubblicato

il

«Le cattive condizioni in cui sono stati costretti a vivere gli animali sono state riscontrate anche dalle immagini fotografiche, rispetto alle quali il Tribunale ha evidenziato che “non possono non commuovere” nella misura in cui ritraggono animali magrissimi con il manto diradato, la riduzione della massa muscolare e segni di decubito». E’ quanto si legge nella terza sezione penale della Cassazione nella sentenza con cui ha respinto il ricorso presentato da un allevatore di San Benigno Canavese in provincia di Torino. L’uomo era stato condannato nel 2018 dalla Corte d’Appello di Torino a 1 anno di reclusione per aver provocato la morte di un giovane puledro e sottoposto a sevizie 3 asini, 4 cani e altri 25 cavalli.

Iscrivi al canale Quotidiano Piemontese su WhatsApp, segui la nostra pagina Facebook e continua a leggere Quotidiano Piemontese

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv

Dalla home

adv

Facebook

adv