Biellese, Manifestazione di animalisti davanti alla casa del presidente Atc per protestare contro il premio ai cacciatori di cinghiale

Una manifestazione di animalisti è stata annunciata a Occhieppo Superiore (Biella) sabato prossimo davanti all’abitazione del presidente dell’Atc, Guido Dellarovere. Si tratta di una protesta contro l’idea di assegnare un premio alle squadre di cacciatori che raggiungono un numero minimo di abbattimenti di cinghiali (150 in pianura e 80 in montagna).

“E’ assurdo – dice Dellarovere – permettere una manifestazione sotto casa mia. La mia famiglia con la caccia non ha nulla a che fare. Se hanno qualcosa da dirmi prendano appuntamento in sede oppure vengano lì a protestare”.

Gli esemplari di cinghiale nel Biellese sarebbero oltre 2.500. Gli agricoltori lamentano danni per circa 45.000 euro in montagna nel 2018 saliti a 56 mila nel 2019, mentre in pianura sono passati dai 293 mila del 2018 ai 216 mila nel 2019. “Il fenomeno – sostiene Dellarovere – è fuori controllo. Un maschio e una femmina adulta generano 40-50 piccoli ogni due anni. Con l’incentivo si tenta di ottimizzare il contenimento”.