Litigio fra vicini di casa a Torino, chiamano la polizia ma uno di loro è un latitante

Due vicini di casa litigano. Entrambi richiedono l’intervento della Polizia, ma uno di loro è destinatario di un ordine di carcerazione.

Intorno alle 17 di mercoledì scorso, personale della Squadra Volante interviene in un condominio zona Mirafiori per una lite tra inquilini. Il primo a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine afferma di aver ricevuto, nel corso del diverbio, minacce di morte dal condomino del piano di sotto, un cittadino italiano di 56 anni. Il cinquantaseienne, a sua volta, riferisce di aver ricevuto le medesime minacce. Nel corso degli accertamenti però gli agenti della Polizia di Stato scoprono che il richiedente è destinatario di un ordine di carcerazione, emesso lo scorso novembre, in base al quale deve espiare una pena residua di 5 mesi per rapina e lesioni.



In questo articolo: