Cane abbandonato in un cortile tra i rifiuti a Casorzo

I Carabinieri Forestali di Asti hanno individuato a Casorzo un situazione di grave degrado con vittima un cagnolino, abbandonato dal proprietario vicino ad un’abitazione invasa dai rifiuti.

L’animale, risultato comunque in buone condizioni di salute, era in un cortile pieno di rifiuti, ra i quali parti taglienti potenzialmente pericolose, come specchi rotti, frammenti di vetro e lamiere. I carbinieri hanno infatti deciso di sequestrarlo e portarlo in canile.

Gli accertamenti eseguiti hanno consentito di identificare il proprietario del cane, un impiegato quarantenne residente ad Asti, che da mesi andava solo più sporadicamente nell’abitazione di Casorzo in cui si trovava il cane. Pertanto l’uomo è stato denunciato per “abbandono e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura”, mentre proseguono gli accertamenti sui rifiuti abbandonati nell’abitazione di Casorzo.