Parente di una donna investita e uccisa da un’anziana lancia la petizione: “Ultra 75enni alla guida come i neopatentati”

Romana Sacco è la donna che ha perso la vita lo scorso 3 gennaio ad alba travolta da un suv guidato da un’anziana. Il fratello lancia una raccolta firme per imporre agli anziani le stesse limitazioni dei neopatentati.

L’incidente si era verificato il 3 gennaio in Corso Michele Coppino ad Alba. Il fratello della vittima, l’avvocato Umberto Sacco, propone un’iniziativa legislativa per estendere le norme vigenti per i neopatentati anche agli ultra 75enni. In particolare modo l’avvocato vorrebbe equiparate le normative sulla potenza dei motori ed i limiti di velocità.

Secondo Sacco esisterebbe un'”incoerenza normativa” per la quale ai neopatentati vengono imposte delle limitazioni in quanto inesperti mentre per gli anziani con un fisiologico rallentamento dei riflessi non ci sarebbero delle limitazioni.

La raccolta firme avrà luogo a partire dal 15 febbraio in via Cavour 5, davanti alla casa di Romana Sacco, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. L’obiettivo dell’avvocato è raccogliere almeno un migliaio di firme a supporto della proposta.



In questo articolo: