Torino, approvato il progetto esecutivo per il recupero dell’ex edificio Fiat su corso Bramante

La Giunta Comunale ha approvato nella sua riunione odierna il progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione connesse alla rifunzionalizzazione dell’edificio a tre piani di corso Bramante, un tempo sede della filiale Fiat.

I lavori prevedono, al piano interrato, il recupero dello spazio già utilizzato come deposito delle auto in vendita per destinarlo a parcheggio (per un totale di 125 posti) e interventi sulla viabilità per renderla più funzionale e attenuare o risolvere le attuali criticità.

Corso Bramante, nella parte prospiciente l’area oggetto dell’operazione, verrà riqualificato attraverso la sistemazione a verde delle banchine dei controviali con l’inserimento di nuovi alberi e la realizzazione della pista ciclabile.

All’intersezione tra le vie Camogli, Forlanini e Giordano Bruno, per le quali è prevista l’istituzione del doppio senso di circolazione, sarà realizzata una nuova rotonda. Sono inoltre previsti lavori per migliorare le sedi viarie e pedonali, con la razionalizzazione degli spazi di sosta e la costruzione di nuove piste ciclabili.

Gli incroci tra corso Turati e le vie Forlanini e Camogli verranno rifatti.

La spesa per le opere di urbanizzazione è di quasi 2 milioni e 200mila euro completamente a carico del privato che ha presentato il progetto di recupero del fabbricato di corso Bramante per l’insediamento, al suo interno, di una attività commerciale.