Coronavirus, lavoratori in sciopero allo stabilimento Amazon di Torrazza

I lavoratori dello stabilimento Amazon di Torrazza Piemonte sono in sciopero. Lo ha annunciato la CGIL chiedendo di tutelare la salute dei dipendenti e fermare le produzioni non essenziali. “Una decisione che i lavoratori hanno preso assumendosi la responsabilità civile di limitare il contagio da Covid-19 – spiegano in una nota Filt e Nidil Cgil – Invece la multinazionale americana continua ad ignorare tutto questo e opera su lavorazioni assolutamente non indispensabili e in condizioni inaccettabili, con lavoratori obbligati in assembramenti in entrata ed uscita dal proprio turno di lavoro, in assenza di dispositivi di protezione individuale, con modifiche strutturali all’interno dello stabilimento insufficienti a garantire la loro salute”.

In queste ore è in corso al polo logistico di Torrazza anche un’ispezione dei Nas per verificare le condizioni di lavoro.



In questo articolo: