Assassinio di Stefano Leo, chiesti 30 anni per Said Mechaquat

Per Said Mechaquat, 28 anni, dopo la perizia che lo valuta capace di intendere a volere, sono stati chiesti 30 anni di condanna da parte dei pm Enzo Bucarelli e Ciro Santoriello per aver ucciso Stefano Leo il 23 febbraio 2019. Mechaquat ha fornito una vaga motivazione del suo gesto dicendo che l’ha ucciso perché era felice. La supposizione di una personalità paranoide cade dopo la perizia voluta del giudice Irene Gallesio.

La mattina del 23 febbraio dello scorso anno Stefano Leo è stato ucciso con una coltellata al collo su lungo Po Macchiavelli, vicino ai Murazzi. Il suo assassino confessò il 30 marzo 2019, facendo ritrovare l’arma del delitto, un coltello nascosto in una cabina elettrica in piazza d’Armi.



In questo articolo: