Uno dei due giovani che hanno danneggiato una panchina a Moncalieri si dice dispiaciuto: farà volontariato

Il sindaco Paolo Montagna di Moncalieri ha raccontato la storia di due ragazzi 14enni che hanno danneggiato una panchina nei giardini di via Ada Negri. Ripresi dalle telecamere di sorveglianza sono stati identificati e i genitori dovranno pagare il danno. Per uno dei due ragazzi, che si dice dispiaciuto dall’atto di vandalismo, c’è stato l’incontro con il primo cittadino che ha riconosciuto il pentimento dagli occhi e dai gesti del giovane.

In un post su Facebook il sindaco Paolo Montagna scrive:

Quando sei così giovane e hai tutta la vita davanti, il tema non è solo l’errore. Che, beninteso, non va mai nascosto, né giustificato o persino perdonato magari con la scusa della gioventù. Ciò che però è più importante è impegnarsi per rimediare all’errore.[…] Lui mi ha detto di essersi accorto di aver fatto un grave errore e i suoi occhi, come i suoi gesti, me lo hanno confermato. Ha subito la punizione dei genitori (“un secondo lockdown”, ha sottolineato sua mamma) e mi ha chiesto di partecipare ad uno dei prossimi appuntamenti, come Piazza Ragazzabile, in cui i più giovani si prendono cura della Comunità, dei giardini, delle panchine, delle aiuole. Un modo per risarcire, ma soprattutto per riflettere e per toccare con mano quanto impegno ci voglia per occuparsi del decoro della città.

Quando sei così giovane e hai tutta la vita davanti, il tema non è solo l’errore. Che, beninteso, non va mai nascosto,…

Posted by Paolo Montagna Sindaco on Thursday, August 20, 2020