Il Governo vara il decreto Ristori quater che stanzia 8 miliardi di aiuti per aziende e lavoratori in difficoltà per il covid

Il Consiglio dei ministri ha dato il via nella notte al decreto Ristori quater che stanzia 8 miliardi di aiuti alle attività e ai lavoratori più in difficoltà a causa della pandemia da coronavirus.

Il testo del decreto sara pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro la sera del 30 novembre per entrare in vigore subito dopo la pubblicazione.

Il decreto contiene il rinvio delle scadenze fiscali e nuovi aiuti dopo quelli già varati per imprese e cittadini messi in difficoltà dalla crisi dovuta all’emergenza coronavirus. Per chi abbia subito una “significativa perdita di fatturato” a causa del Covid-19 “può essere previsto l’esonero totale o parziale dalla ripresa dei versamenti fiscali e contributivi”. L

“Chi è colpito dalla crisi provocata dal Covid-19 troverà sempre lo Stato al suo fianco”. E’ quanto afferma il ministro dell’Economia, Roberto Gualteri annunciando in un tweet che il consiglio dei ministri “ha approvato il DecretoRistoriQuater”. “Continuiamo a sostenere – afferma il ministro – lavoratori, partite Iva e imprese con il rinvio delle principali scadenze fiscali e con altre importanti misure. Anche grazie al confronto con il Parlamento, ampliamo ulteriormente la platea delle attività oggetto dei contributi a fondo perduto con l’ingresso di diverse categorie di agenti e rappresentanti di commercio”.

E’ prevista una nuova tranche di aiuti ai lavoratori precari, dagli stagionali del turismo a quelli dello sport, risorse per gli straordinari della polizia impegnata a fare rispettare le norme anti-Covid e un fondo ad hoc per aiutare il settore delle fiere e dei congressi, fermo dall’inizio della pandemia.



In questo articolo: