In Italia è boom di prestiti personali: ecco come scegliere quello giusto

Nell’ultimo anno in Italia si è registrato un vero e proprio boom di richieste di prestiti personali: una particolare tipologia di finanziamento che consente di avere liquidità immediata per sostenere le proprie spese. Il fenomeno non sorprende di certo: in questo periodo, per via del Covid, sono diverse le famiglie che si trovano in difficoltà e in tal caso i prestiti personali si rivelano effettivamente molto utili. A differenza di quelli tradizionali infatti, si possono richiedere ed ottenere senza specificare l’utilizzo che si farà poi del denaro. Sono dunque prestiti non finalizzati, che prevedono comunque alcuni requisiti minimi da rispettare.

Scopriamo nel dettaglio come funzionano questi finanziamenti, chi può richiederli e come trovare quelli più vantaggiosi per le proprie esigenze.

Prestito personale: cos’è e come funziona
Il prestito personale è una tipologia di finanziamento particolare, chiamata anche non finalizzata perché la si può richiedere senza dover specificare il suo scopo. A differenza di quelli tradizionali dunque, i prestiti personali si possono utilizzare per sostenere varie spese e non occorre dichiarare alla banca come verrà utilizzata la somma ricevuta. Esistono dunque meno vincoli. Generalmente, il prestito personale viene chiesto per sostenere spese impreviste come quelle mediche, per l’acquisto di un’auto o ancora per comperare dei nuovi mobili per la casa. In molti attingono a questa risorsa per sostenere le spese legate ad un evento particolare come per esempio il matrimonio, mentre in altri casi il prestito personale viene chiesto per pagare l’Università o dei corsi di formazione. Insomma: questo è il finanziamento perfetto per chi ha poca liquidità e deve sostenere una spesa di qualche tipo, senza doverne dare giustificazione alla banca.

Quanto si può richiedere
I prestiti personali prevedono la concessione da parte della banca di una somma variabile a seconda delle esigenze specifiche. È però bene sapere che solitamente è non possibile chiedere un finanziamento troppo elevato: nella maggior parte dei casi è difficile ottenere più di 100.000 euro con questa modalità. Tutto comunque dipende dall’istituto di credito e dalle varie clausole previste dal singolo prestito.

Come trovare un prestito vantaggioso
Trovare un prestito personale al giorno d’oggi non è certo difficile, ma sono diversi gli aspetti da non sottovalutare in quanto la convenienza non è sempre garantita. Ogni volta che si richiede un finanziamento infatti è importante valutare con attenzione tutte le clausole, il tasso d’interesse che viene applicato dalla banca, l’ammontare di ogni rata e via dicendo.

Quello che conviene fare, oggi, è sfruttare i portali online e gratuiti che permettono di confrontare le varie proposte di prestito dei maggiori istituti di credito, in modo da trovare la soluzione migliore per le proprie esigenze nello specifico. Vale sempre la pena chiedere vari preventivi, perché non è detto che la prima proposta che si trova sia quella più conveniente. Il tasso d’interesse, in particolare, fa una grandissima differenza e deve sempre essere tenuto in considerazione, perché influisce in modo significativo sull’effettiva convenienza del prestito e sui costi extra da sostenere, seppur diluiti nel tempo sotto forma di pagamenti rateali.