Papà di Novara in sciopero della fame contro la chiusura delle scuole e la DAD. Domenica 14 marzo manifestazione a Torino

“Luca è papà, attivista in Priorità alla Scuola Novara, educatore. Oggi è giunto al sesto giorno di sciopero della fame, e continua a recarsi al lavoro. Siamo tutte e tutti molto preoccupati per la sua salute”. E’ quanto scrive in una nota di Priorità alla Scuola Piemonte dove annuncia una mobilitazione domenica 14 marzo 2021 in piazza Castello a Torino. Nel comunicato si legge ancora:

Come comitato di Priorità alla Scuola vogliamo dare il nostro appoggio a Luca, anche se non condividiamo il tipo di protesta perché lo sta debilitando fisicamente, ma condividiamo completamente il suo pensiero: la scuola è nutrimento, chi è che sta patendo davvero la fame oggi?

Ci appelliamo pertanto alle istituzioni affinché possano prendere decisioni in coscienza rendendosi conto che accanto alla emergenza sanitaria abbiamo una altrettanto grave emergenza che ricade sulla salute psicofisica dei bambini e degli adolescenti.

Speriamo che i decisori politici, sensibilizzati da questa forma di protesta estrema, contattino Luca e gli diano delle risposte e non rendano vano il suo gesto.

Intanto noi lo abbracciano e lo invitiamo ad interrompere subito lo sciopero, per recuperare forze ed unirsi a noi in piazza castello a Torino domenica 14.

Il Piemonte alza la voce e si mobilita con forza per protestare contro la chiusura della scuola in presenza e contro il rinnovato ricorso alla DAD.

Domenica 14 marzo manifestazione di priorita’ alla scuola piemonte

Piazza Castello, ore 11.30, sotto la sede della Regione Piemonte.



In questo articolo: