Sequestrati a Porta Palazzo una tonnellata di sacchetti di plastica non biodegradabili

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto dell’abusivismo commerciale, nello specifico alla vendita dei sacchetti di plastica per contenere gli alimenti, venerdì mattina gli agenti del Comando di Porta Palazzo della Polizia Municipale di Torino hanno sanzionato due persone che vendevano abusivamente merce non conforme alla normativa.

Dopo aver osservato per giorni i movimenti di alcuni individui sospetti che gravitavano intorno all’area mercatale, i vigili hanno notato uno degli uomini tenuto sotto controllo consegnare alcune scatole, contenenti sacchetti di plastica, ai venditori del settore ortofrutticolo del mercato di Porta Palazzo.

L’uomo, dopo aver venduto i sacchetti contenuti nelle scatole trasportate su un carrellino a due ruote, è stato pedinato dagli agenti fino allo stallo dove era parcheggiato il furgone in cui erano stoccati altri scatoloni pieni di sacchetti. Gli agenti sono intervenuti e lo hanno fermato. Si tratta di un cinquantenne al quale sono state contestate una sanzione di 5.000 euro per vendita senza l’autorizzazione necessaria, ai sensi della Legge 114/98, e un’ulteriore sanzione di 5.000 euro per vendita di buste non compostabili e biodegradabili, ai sensi del DLgs. 152/2006.

La merce, 542 kg di sacchetti di plastica oltre 192 kg di sacchetti di plastica non compostabili e biodegradabili, è stata posta sotto sequestro amministrativo.

Poco più tardi, nella medesima area, gli stessi agenti hanno seguito un altro uomo mentre riforniva gli operatori mercatali con altri sacchetti. Anche in questo caso i vigili hanno seguito il soggetto fino al punto di approvvigionamento, fino al momento in cui l’uomo ha aperto il furgone pieno di altri scatoloni contenenti sacchetti non adatti alla conservazione di alimenti.

I vigili hanno sequestrato altri 372 Kg di sacchetti di plastica, oltre 46 kg di sacchetti di plastica non compostabili e biodegradabili e, anche in questo caso è scattata la doppia sanzione ai danni del venditore abusivo di 5.000 euro per vendita priva di autorizzazione e 5.000 euro per vendita di buste non compostabili e biodegradabili.



In questo articolo: