Nuovi scontri al cantiere dell’alta velocità di Chiomonte

Nuova notte di scontri al cantiere dell’alta velocità di Chiomonte. Un gruppo di un centinaio di manifestanti No Tav hanno incendiato una catasta di legna al varco 1 dell’area del cantiere e lanciato pietre verso il cantiere. La polizia ha risposto con l’idrante e i lacrimogeni per allontanare i manifestanti.

Da ieri è cominciato il fine settimana di campeggio di protesta nell’area. Per i manifestanti il falò acceso altro non è che ”il fuoco della gioventù che arde e non si spegne, non si è fermato neanche di fronte alla solita e scontata risposta delle forze dell’ordine che hanno provato ad allontanare i e le No Tav con un fitto lancio di lacrimogeni”



In questo articolo: