Agli arresti domiciliari il nonno del piccolo Eitan dopo essere stato interrogato

Shmuel Peleg, nonno del piccolo Eitan, sopravvissuto al tragico incidente della funivia del Mottarone lo scorso 23 maggio (Si stacca una cabina della funivia Stresa – Mottarone: 14 vittime – Quotidiano Piemontese), è stato messo agli arresti domiciliari e gli è stato ritirato il passaporto dalla polizia israeliana dopo essere stato interrogato. Il provvedimento dei domiciliari è previsto fino a venerdì. A interrogare Shmuel Peleg è stata l’unità speciale 433. A dare la notizia degli arresti del nonno del piccolo è stata la polizia stessa.
Gli agenti hanno interrogato l’uomo in quanto accusato di avero rapito il bambino e di averlo portato in Israele.
In sua difesa Peleg ha detto durante l’interrogatorio che “Il trasferimento di Eitan in Israele è avvenuto in maniera legale e dopo una consultazione con esperti di diritto”.