Juventus, chiusura di bilancio da profondo rosso: -209,9 milioni

Nella giornata di oggi, venerdì 17 settembre, si è riunito a Torino il Consiglio di amministrazione della Juventus, presieduto da Andrea Agnelli, ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2021. Bilancio che è tutt’altro che roseo infatti si evidenzia una perdita di 209,9 milioni di euro che sarà coperta mediante utilizzo della riserva da sovrapprezzo azioni.
A pesare sulle casse della società bianconera e a determinare un rosso così importante, è stata senz’altro la crisi dovuta al covid ma anche l’oneroso ingaggio di Ronaldo.

Si sono registrati minori ricavi per 92,7 milioni sebbene si registri il positivo andamento, nonostante il difficile contesto, dei ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità, in incremento rispetto all’esercizio precedente, nonché l’aumento dei ricavi dell’e-commerce, che in parte compensa l’inevitabile calo dei ricavi del canale dei negozi fisici. Nel complesso il fatturato è calato del 16,2% (da 573,4 a 480,7 milioni). I costi operativi sono risultati in incremento di 35,2 milioni e il patrimonio netto del Gruppo al 30 giugno 2021 è pari a 28,4 milioni; la variazione rispetto al saldo di 239,2 milioni del 30 giugno 2020 deriva quasi totalmente dal risultato di periodo (-209,9 milioni).



In questo articolo: