Nel carcere di Torino il 13% dei detenuti ha meno di 24 anni

Cresce in maniera preoccupante la popolazione giovane tra i detenuti del carcere Lorusso e Cutugno di Torino. La garante comunale delle persone private della libertà, Monica Cristina Gallo, ha presentato oggi la relazione annuale comunicando che il 13 % dei detenuti ha tra i 19 e i 24 anni.

“Le nostre strutture non godono ancora di buona salute – dice  la garante -. C’è un tasso di sovraffollamento ancora alto, con 1.350-1.380 presenze a fronte di una capienza di 1.060, e c’è un aumento preoccupante di giovani detenuti. Una città che ha un carcere pieno non è una città in buona salute. La giustizia ripartiva diventi finalmente uno strumento che riesca a far diminuire il ricorso al carcere e a superare l’idea del carcere come unica effettiva risposta al reato”.

Gallo segnala in aumento soprattutto il fenomeno delle baby gang, così che la struttura carceraria “diventa quasi contenitore di una rabbia sociale che varrebbe la pena invece curare sul territorio”



In questo articolo: