Chiazze oleose nel Po, si cerca la sorgente di contaminazione

Nel tardo pomeriggio di ieri, 15 giugno 2022, è stata segnalata la presenza di chiazze oleose di origine idrocarburica sul Po fra il ponte Isabella e il ponte Umberto Primo a Torino.

I tecnici Arpa intervenuti sul posto hanno osservato l’assenza del fenomeno in corrispondenza del ponte Isabella e constatato la presenza di una estesa iridescenza sulla superficie dell’acqua del Po in sponda sinistra, immediatamente a valle del Borgo medievale.

Il fenomeno risultava più intenso in un tratto di circa 200 – 300 metri interessando circa metà del corso del fiume; lungo le sponde si poteva avvertire distintamente odore di idrocarburi tipico del gasolio.

Sul posto era presente una pattuglia della polizia municipale e il nucleo NBCR dei Vigili del Fuoco.

Le indagini condotte hanno consentito di individuare un canale di scolo delle acque bianche attraverso il quale con buona probabilità il contaminante è stato veicolato al fiume. È stata pertanto allertata la Smat che è intervenuta consentendo di ispezionare il canale di scolo; ha inoltre constatato l’esaurimento del fenomeno di immissione tentando il recupero dei residui di idrocarburi ancora stagnati sulla superficie.

La scarsità di acqua nel fiume e la presenza di una grande quantità di vegetazione affiorante hanno impedito la dispersione dell’inquinante, determinandone un ristagno e, conseguentemente, il permanere di odore di idrocarburi.

Proseguono dalle prime ore di questa mattina le operazioni di contenimento e recupero degli idrocarburi che continuano a formare un sottile velo superficiale sulle acque del Po all’interno del parco del Valentino.

Parallelamente tecnici di Smat e di Arpa sono impegnati nell’individuazione della sorgente di contaminazione.



In questo articolo: