Una ventina di alveari distrutti da mano ignota: avvelenate le api a Prascorsano

Venerdì 17 giugno scorso, l’allevatore di api Gianluca Cat Berro, titolare dell’azienda Il Giramiele di Favria, durante il solito controllo delle arnie di Prascorsano si è trovato davanti a una situazione drammatica: un tappeto di api morte e morenti e danni per qualche migliaia di euro. Le api di quelle famiglie che producevano circa 400 chilogrammi di miele per quest’anno non potranno fare nulla.

Immediata la chiamata all’Asl To4 per accertare le cause della moria, anche se sembra possa essere stata la mano di un ignoto che le ha avvelenate. Se i controlli confermeranno la natura dolosa alla base della morte delle api, Berro procederà con la denuncia.

“Non mi era mai successa una cosa simile – dichiara sconsolato a Quotidiano Canavese l’imprenditore – indubbiamente la stagione produttiva di queste famiglie di api è finita. Per noi è un brutto colpo, sia economico che morale”.



In questo articolo: