Scissione Di Maio M5S, ex sindaca di Torino Appendino: “Il Movimento? Saprà ripartire”

L’addio di Luigi Di Maio al Movimento che aveva contribuito a portare oltre il 30% arriva alla fine della giornata più lunga per la tenuta della maggioranza e del Governo. L’ex capo politico M5S annuncia una “scelta sofferta” ma che pone fine alle “ambiguità”. E assicura che nella nuova realtà non ci sarà spazio “per odio, populismi, sovranismi, personalismi, superficialità”.

Anche l’ex sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha lasciato una sua dichiarazione sui social:

Pur avendo le idee chiare, ammetto che non è semplice scrivere queste poche parole.
Il motivo è facilmente intuibile da chiunque abbia fatto un percorso in una forza politica che di fatto – se non altro per la sua durata – è anche un percorso di vita.

Un percorso fatto di idee, battaglie vinte e perse, obiettivi raggiunti e ancora da raggiungere. Ma anche, soprattutto, fatto di persone. Persone con cui lavori, talvolta litighi ma poi cresci e, perché no, da cui impari.
Quello che sto vivendo è dunque un momento di cui avverto il peso, in particolare dal punto di vista umano.
Tuttavia è di politica che si parla. Questo è il motivo per cui siamo qui e, in questa prospettiva, ho preso una posizione sulla quale non nutro dubbi. Come ho sempre detto, la mia casa politica è quella del Movimento 5 Stelle e, finché ci sarà un’idea condivisa di futuro, questa continuerà ad essere.

Ieri Luigi Di Maio e diversi parlamentari hanno fatto una scelta che non condivido assolutamente, ma che non cancella quanto fatto e vissuto insieme in tutti questi anni. Che, nel bene e nel male, ci ha portato ad essere ciò che siamo.
E il Movimento? Saprà ripartire. Ma dovrà imparare dai propri errori ed essere ancora più vicino ai bisogni reali dei cittadini, soprattutto quelli più in difficoltà, colpiti da una crisi che si farà ogni giorno più dura.
Io cercherò di lavorare in quest’ottica, nel rispetto del ruolo che ricopro e degli impegni presi.



In questo articolo: