Spento l’incendio all’Amiat di Volpiano: odore ancora persistente

I vigili del fuoco hanno spento l’incendio divampato presso l’Amiat Tbd di via Brandizzo a Volpiano. L’incendio ha interessato materiali plastici e elettrici. Sono in corso monitoraggi continui da parte di Arpa Piemonte sulla qualità dell’aria.

I vigili continueranno nelle prossime ore a raffreddare la massa incombusta per scongiurare il riaccendersi di focolai. L’odore è ancora presente e persistente e nella serata potrebbe essere ancora più percepibile per le condizioni climatiche (inversione termica).

I COV, anche in prossimità dell’impianto, a fiamme spente, sono scesi a circa 200 ppb, leggermente superiori ai valori di fondo della zona.
Il personale tecnico dell’Agenzia, nonostante l’incendio sia spento, continuerà ad essere presente nella zona mantenendo alta l’attenzione. Si effettueranno monitoraggi sia nel perimetro dell’impianto che nei dintorni per controllare che i valori si mantengano intorno ai valori di fondo.

Domani si avranno i primi esiti analitici dei campionamenti effettuati in mattinata e portati in laboratorio.

La situazione meteorologica
Dai dati osservati dallo strumento MTP5 posizionato a Torino città, che profila l’andamento della temperatura lungo gli strati verticali dell’atmosfera, si vede come poteva esser presente una lieve inversione termica a circa 200-400 m sopra il terreno nelle ore poco prima dell’alba. Per queste condizioni meteorologiche i fumi dell’incendio hanno formato una nube che era visibile anche nella città di Torino.

Andamento verticale della temperatura nelle ultime 24 ore
L’inversione termica, pur appena accennata, è destinata a scomparire rapidamente col progressivo riscaldamento diurno: tant’è che già l’ultimo profilo osservato nell’ultima ora è tornato in condizioni di non inversione.

In questo modo l’altezza dello strato di rimescolamento durante la giornata dovrebbe riportarsi sui quasi 3000 m sopra il suolo, come avvenuto nella giornata di ieri e come abbastanza normale nella stagione calda. I fumi si sono dissolti e gli inquinanti si sono diluiti nell’atmosfera su Torino.

Profilo verticale della temperatura osservato alle ore 4:40 UTC a sinistra e 7:00 UTC a destra

Il vento questa mattina soffia debole da nord-nordest tra i 2 e 4 km/h; secondo le previsioni potrà cambiare direzione verso le ore centrali del giorno girando più da sudovest, rimanendo comunque sempre di debole intensità; tornerà poi nuovamente settentrionale nel corso della prossima notte. Con l’assenza di vento in prossimità dell’incendio i fumi ristagnano dando origine alle concentrazioni elevate a ridosso dell’incendio.



In questo articolo: