Seguici su

Cronaca

Ancora criminalità organizzata nel Vco: arrestato un 57enne coinvolto in monopolio di forniture edili

Messo in luce un sistema di aziende che ottenevano sempre la fornitura esclusiva di materiali edili per la costruzione di opere

Sandro Marotta

Pubblicato

il

VCO – La ‘ndrangheta ha i suoi tentacoli anche nel Verbano-Cusio-Ossola: nei giorni scorsi il giudice delle indagini preliminari di Reggio Calabria ha disposto l’arresto di un 57enne residente a Piedimulera, coinvolto in un giro di forniture truccate di materiali edili.

Il secondo episodio di criminalità organizzata nel Vco in pochi mesi

Il 29 luglio Quotidiano Piemontese aveva rilevato la possibilità che, nell’ambito di un’indagine per appalti truccati destinati allo smaltimento dei rifiuti, anche qualche funzionario del Comune di Verbania (come successo a quello di Roma) potesse aver avuto a che fare con i soggetti poi arrestati. L’ipotesi era avvalorata dalla dichiarazione dell’antimafia, che aveva spiegato che il processo illegale si era svolto “con la complicità di altri soggetti indagati in stato di libertà”.

Il contesto

L’indagine recente è stata chiamata “Atto quarto” ed è partitia da Reggio Calabria dopo una serie di evidenze che avevano messo in luce un sistema di monopolio di aziende private nella fornitura di cemento e materiali edili. Le aziende vincitrici dell’appalto erano sempre le stesse e si aggiudicavano la fornitura esclusiva della merce.

Gli arresti

Insieme al 57enne piemontese sono stata arrestata in tutta Italia altre 28 persone, accusate di associazione mafiosa, estorsione, tentato omicidio, detenzione illegale di armi, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. La magistratura inoltre ha chiuso 27 imprese, sospettate di coinvolgimento nel giro di forniture truccate.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *