Seguici su

Eventi

Il centro incontro di via delle Querce è stato intitolato a Salvatore Scavello

Di origine calabrese, Scavello diventò uno dei punti di riferimento essenziali per il territorio

Redazione Quotidiano Piemontese

Pubblicato

il

TORINO – Il centro incontro di via delle Querce 23 bis, alla Falchera, da questa mattina porta il nome di uno dei suoi fondatori, Salvatore Scavello.

Di origine calabrese, Scavello diventò uno dei punti di riferimento essenziali per il territorio, un luogo al quale dedicò tempo, energie e impegno, contribuendo fattivamente all’organizzazione delle molteplici attività, sino agli ultimi giorni della sua vita, nel 2011.

“Un saluto particolare alla moglie e alle figlie di Salvatore Scavello alle quali riusciamo a consegnare il tributo che nel 2011 il Consiglio della Circoscrizione 6 volle riservare a un uomo che ha lasciato un segno indelebile, ha esordito la presidente del Consiglio Comunale, Maria Grazia Grippo, una persona che è stato un collega per molti di noi nell’assemblea della Circoscrizione, un punto di riferimento per uomini e donne che sono passati da qui.

Per molti, ha aggiunto, è stato anche un fratello con il suo grande dono di saper aggregare. E quando ci sono personaggi così la loro storia deve essere raccontata”.

Grippo ha quindi sottolineato l’impegno di Scavello verso gli altri, verso quelle numerose famiglie che grazie alla sua intraprendenza hanno trovato tante occasioni per ritrovarsi e molte hanno trovato occasione per rialzarsi.

“Ha interpretato nel modo più nobile la parola protagonista, ha concluso la Presidente, facendola diventare servizio. Oltre ad essere ricordato come amico di molte persone, sarà ricordato anche come amico delle istituzioni che ha servito e ha affiancato nella sua attività nel quartiere”.

“Al di là della targa che verrà scoperta, è importante non solo il ricordo che ha lasciato al territorio, ma anche l’esempio che continua ad ispirare chi è venuto dopo di lui”, ha affermato Valerio Lomanto, portando il saluto della Circoscrizione 6.

Commozione e orgoglio nella parole della figlia di Salvatore Scavello, Adriana che ha ricordato l’attenzione del padre verso i più fragili e i più deboli, nonostante convivesse con sa sofferenza di una malattia dall’età di 35 anni.

Ringraziamento all’Amministrazione da parte del presidente del centro di incontro, Vincenzo Romeo e del presidente onorario Attilio Bartolone che ha ripercorso le innumerevoli attività promosse da Scavello, dalla Strafalchera al carnevale, dalle gite culturali ai tornei a carte alla raccolta di fondi per il centro tumori.

Presente alla cerimonia anche la consigliera Nadia Conticelli che, nel 2011, come presidente della Circoscrizione 6, diede inizio all’iter dell’intitolazione.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *