Daisy Osakue, nazionale italiana di atletica, aggredita a Moncalieri



Nella notte tra domenica 29 e lunedì 30 luglio, Daisy Osakue, 22 anni, nazionale italiana di atletica leggera, è stata aggredita da un gruppo di ragazzi mentre stava tornando a casa. Daisy, che è nata a Torino nel 1996 da genitori arrivati dalla Nigeria, è stata colpita duramente al volto ed è ora a rischio la sua partecipazione agli europei di Berlino.

Daisy è stata affiancata da un’auto con a bordo due uomini ed uno di questi le ha lanciato in faccia un uovo, che l’ha colpita ad un occhio causandole la tumefazione che vedete nell’immagine. Daisy non conosce i suoi aggressori e tra le ipotesi c’è quella che si sia trattata di un’aggressione di stampo razzista visto che la ragazza era da sola.

LEGGI ANCHE: Moncalieri, il telefono squilla e la suoneria è una preghiera in arabo, una donna aggredisce il proprietario: “Torna al tuo paese”

Daisy ha subito un danno serio alla cornea dovuto ad un pezzo del guscio dell’uovo e dovrà essere operata. Sabato cominciano i Campionati Europei Assoluti a Berlino ma dopo le prime ore di paura i medici avrebbero rassicurato la nostra atleta sulle sue possibilità di partecipare.

Sempre a Moncalieri quest’oggi, lunedì 30 luglio, si è verificato un altro episodio di intolleranza: una donna ha aggredito verbalmente un ragazzo intimandogli di “tornare nel suo paese” solo perché aveva la suoneria del telefono impostata con una preghiera in arabo.

Aggiornamento 31 luglio: La procura di Torino indaga per lesioni contro ignoti

Ultima modifica: 31 luglio 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione