La Finanza consegna alla magistratura il rapporto sulle spese dei gruppi in Regione Piemonte: tutti da chiarire 900 mila euro di rimborsi

consigliopiemonteqpLa Guardia di Finanza ha consegnato ai pubblici ministeri Enrica Gabetta e Andrea Beconi il rapporto delle sue indagini sui rimborsi spese dei gruppi consiliari della Regione Piemonte in cui sono presenti 45 nomi di consiglieri regionali del Piemonte in rappresentanza di buona parte dei partiti presenti in Consiglio. I due Pm dopo aver esaminato la documentazione procederanno ad eventuali iscrizioni nel registro degli indagati o successivi ulteriori atti nei confronti dei consiglieri. Ammonterebbe a circa 900 mila euro il totale delle somme indebitamente utilizzate dai consiglieri regionali del Piemonte dal 2010 al 2012.  L’inchiesta della magistratura torinese aveva già portato, alcuni a quattro avvisi di garanzia nei confronti di altrettanti consiglieri regionali del Piemonte, ognuno dei quali era responsabile  di un gruppo di cui era parte un solo consigliere. Il nuovo filone di indagini è dedicato ai gruppi consiliari pù grandi e si concentra sull’utilizzo dei fondi che il Consiglio assegna ai gruppi. L’esame di fatture, ricevute e scontrini avrebbe messo alla luce casi sospetti di spese per scopi differenti da quelli legati alla corretta attività istituzionale dei gruppi.



In questo articolo: