Aggiornamento assassinio di Trecate: convalidato il fermo per il compagno della vittima. L’accusa è di omicidio aggravato

L’uomo aveva sostenuto la tesi di un’aggressione subita da sconosciuti, ma per il Gip troppe sono le incongruenze.

Il trentenne Domenico Horvat, accusato dell’omicidio della compagna Barbara Grandi, nella loro casa di Trecate, ha ricevuto la convalida del fermo da parte del gip del Tribunale di Novara. Il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio aggravato.

Davanti al gip l’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere. Durante il fermo si era dichiarato estraneo ai fatti e avrebbe aggiunto che la morte della compagnia fosse stata causata da un’aggressione da parte di extracomunitari durante un tentativo di rapina.

Tuttavia le ragioni di Horvat non hanno convinto il Gip anche a causa dei contraddittori elementi ed indizi rilevati dai Carabinieri sul luogo del delitto.

Dopo la tragica morte della donna, il sindaco di Trecate Federico Binatti, ha indetto per lunedì sera una «Giornata mondiale contro la violenza sulle donne» cui seguirà una fiaccolata silenziosa per le vie cittadine a memoria di Barbara.