Favria, Supermercato alza i prezzi di alcuni prodotti fino al 200%: denunciato il titolare

Nei tempi dell’emergenza coronavirus, c’è chi vuole approfittarsene. Così un supermercato a Favria che ha alzato i prezzi dei prodotti in vendita fino al 200%.

È quello che hanno scoperto i Finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese in un supermercato della grande distribuzione, dove i generi alimentari di prima necessità ed altri prodotti venivano venduti a prezzi ingiustificatamente più alti. Pane, olio e altri cibi essenziali venduti a prezzi esorbitanti, ma anche la colomba pasquale da poco più di 3 euro è arrivata a costare quasi 7 euro. Inoltre erano in vendita anche alcuni prodotti dei quali è preclusa la commercializzazione in quanto non di prima necessità.

L’esercente è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ivrea per “Manovre speculative su merci”; rischia sino a tre anni di reclusione e sanzioni per 25.000 euro. Una seconda denuncia è scattata per aver posto in vendita prodotti per i quali è attualmente vietata la commercializzazione. I Finanzieri hanno chiesto alla Procura l’autorizzazione per evitare il sequestro delle merci.



In questo articolo: