La Polizia di Novara denuncia 11 persone per delle truffe online

Nell’ultimo mese, la Polizia di Stato di Novara ha denunciato undici persone comprese tra i 20 ai 60 anni per delle truffe avvenute sul web.

Gli indagati avrebbero usato sempre lo stesso metodo: ricevere il saldo o l’anticipo su carte prepagate o indirizzare le ignare vittime presso vari sportelli bancomat riuscendo a farsi ricaricare le carte di credito prepagate per poi far perdere le loro tracce, .

I casi accertati dagli agenti riguardano la vendita di svariati beni: affitti per case vacanze, un orologio, alcune litografie, per il quale il denunciate aveva sostenuto la spesa di €1500.00, un telefono cellulare e persino un acquisto di elettrodomestici,  da un sito internet creato ad hoc dal venditore che non risulta essere più presente nel web.

Sono emerse anche due truffe relative a vendite di polizze assicurative per auto on line: in questo caso l’ignara vittima effettuava una ricerca nel web di una polizza assicurativa di suo convenienza e veniva contattata da sedicenti agenti assicurativi che proponevano tariffe vantaggiose e una volta ottenuto il pagamento inviavano i certificati assicurativi che si rivelavano falsi.



In questo articolo: