Fermati sull’A1 con 12,5 chili di eroina, nel forno del kebab ce n’erano altri 2,5 chili

Tre persone sono state arrestate dalla polizia per traffico di droga dopo essere stati sorpresi a trasportare 12,5 chili di eroina a bordo di un’auto fermata alla barriera autostradale di Milano sud. Uno di loro, titolare di un’azienda che produce kebab all’ingrosso a Milano, nascondeva nel forno industriale della sua ditta 2,5 chili di eroina e 12mila euro in uno scatolone.

Gli investigatori della Squadra mobile erano stati informati da una fonte del passaggio dei corrieri sulla A1 a bordo di una Volkswagen Tiguan per venerdì pomeriggio ed hanno organizzato un posto di blocco.
All’interno del bagagliaio, nascosti in una scatola di cartone, c’erano 12 panetti e sei piccoli involucri di eroina purissima per un peso complessivo di 12,5 chili. Inoltre avevano quasi 2mila euro in contanti.

Nel corso degli accertamenti è emerso che uno di loro era titolare dell’azienda di kebab e la perquisizione ha consentito di recuperare altri 2,5 chili di eroina nascosti nel forno e 5mila euro in contanti nel suo appartamento.

I tre fermati sono residenti a Milano, ad Alessandria e a Pordenone.



In questo articolo: