Pubblica in rete a pagamento i video della figlia con il fidanzato in cambio di buoni Amazon e denaro, 46enne torinese a processo

Ha pubblicato in rete a pagamento i video hot della figlia 15enne insieme al ragazzo 17enne in cambio di denaro e buoni spesa di alcune piattaforme. Protagonista è una donna di 36 anni di Torino, rinviata oggi a giudizio per prostituzione e pornografia minorile.

I fatti si riferiscono al novembre e il dicembre del 2019. Una storia torbida di cui, secondo la pm Lisa Bergamasco, anche i due ragazzi minorenni erano a conoscenza.

La donna è accusata anche di aver venduto per 1500 euro un filmino pornografico dei due ragazzi a un utente. La donna, scrive il pm, avrebbe “indotto, gestito e sfruttato la prostituzione della figlia,  e favorito il fatto che la ragazzina si iscrivesse sui siti internet e sui social network  dedicati a incontri e scambio dei video  e delle fotografie, anche in diretta, in cui si presentava in biancheria intima o mostrava seni e glutei, anche con il suo contributo e con quello del fidanzato minorenne, in cambio di denaro”.

Per l’8 novembre 2022 è previsto l’inizio del processo.



In questo articolo: