Disabile bullizzato in una scuola di Torino, assolta l’insegnante di sostegno

È stata assolta dall’accusa di concorso in atti persecutori per omesso controllo l’insegnante di una scuola media di Torino in cui si era verificato un grave episodio di bullismo. Il Tribunale, che per le motivazioni si è preso 60 giorni, ha stabilito che il fatto non sussiste.

L’anno scolastico era il 2015-16, quando un ragazzo disabile al 100% subiva angherie continue da un compagno di classe. Il fatto venne scoperto grazie al tema di un alto ragazzo e le indagini mandarono a processo due insegnanti, accusati di non essere quasi mai presenti in aula.

Il primo patteggiò un anno di reclusione, la seconda andò a processo e per lei il pm chiese una condanna a 1 anno e 6 mesi. Ora è arrivata invece l’assoluzione. Il ragazzo responsabile dei fatti all’epoca aveva 13 anni e non era quindi imputabile.



In questo articolo: