Si è aperto il Salone Internazionale del Libro di Torino: il libro ritrova la sua casa

“Al Salone di Torino il mondo del libro ritrova finalmente la sua casa. Sono emozionato come se fosse la prima volta”. Con queste parole il direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, Nicola Lagioia, ha aperto all’Oval del Lingotto la 33esima edizione del Salone, attesa dopo un anno e mezzo di stop.

Lagioia ha ricordat che questo è il primo evento internazionale legato al libro che viene organizzato dopo la pandemia. Non si punta a nessun record ma a ritrovare la comunità del libro in presenza. All’apertura preenti anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e il ministero della Cultura Dario Franceschini.

E’ arrivato anche il mesaggio del Presidente Mattarella: “Il Salone del Libro di Torino è un appuntamento fondamentale per la vita culturale del nostro Paese. Il suo ritorno in presenza dopo il tormentato periodo della pandemia è motivo di grande soddisfazione”

A Torino ci sono 715 editori, oltre 2500 relatori e più di mille incontri da oggi a lunedì. Coda agli ingressi prima dell’apertura e tantissima voglia di essere preenti per editori, autori e lettori. E’ partita la grande festa del libro che porta Torino al centro del mondo per i prossimi 5 giorni.



In questo articolo: