Bloomberg: Stellantis restituisce con un anno di anticipo il prestito garantito da Sace

Stellantis è pronta a restituire, con un anno di anticipo, il prestito da 6,3 miliardi erogato a marzo 2020 da Intesa Sanpaolo e garantito da Sace. L’indiscrezione riportata dall’agenzia Bloomberg, e non commentata dall’azienda, avviene nel giorno in cui Stellantis annuncia di acquisire una quota di maggioranza nella joint venture con GAC Group in Cina, passando dal 50% a al 75%.

Spiega Stellantis  che si tratta di “un cambiamento possibile grazie al nuovo quadro normativo che consente ulteriori investimenti stranieri nelle joint venture esistenti”.

Stellantis e GAC Group “continueranno a cooperare per sviluppare il potenziale commerciale di successo del marchio Jeep in Cina”, aggiunge la nota specificando che è il “primo passo fondamentale per razionalizzare le operazioni in Cina, come parte del piano strategico dell’azienda che sarà annunciato il primo marzo”.

Preoccupati i sindacati che temono una riduzione dell’occupazione.

Spiega Edi Lazzi, della Fiom Cgil di Torino: “Lo Stato doveva battere un colpo già qualche anno fa. La restituzione del prestito in anticipo mi fa venire in mente una revisione dell’occupazione negli impianti italiani — osserva —. Se poi leggo le parole di Tavares, il combinato mi fa intravvedere nubi fosche all’orizzonte. Il governo allora diventa fondamentale, programmi un tavolo con questo costruttore e tutta la filiera”.

 

 



In questo articolo: