Mondo crypto: Bitcoin ancora instabile, quali previsioni per la criptovaluta?

Nel mese di novembre 2021 il mondo crypto raggiungeva il suo punto di massimo storico: l’intero mercato per la prima volta superava i 3.000 miliardi di capitalizzazione ed il Bitcoin sfondava la soglia dei 67.000 dollari.
Da allora, però, lo scenario è completamente cambiato: il mercato criptovalutario ha intrapreso una fase di discesa; il peggio sembra essere passato, ma ci sono ancora delle difficoltà nella ripresa di un cammino positivo verso nuovi record.

In questo momento non è facile fare delle previsioni, considerando l’ormai storica volatilità del mercato criptovalutario e gli eventi che stanno condizionando il mondo finanziario e non solo (inflazione alle stelle e conflitto in Ucraina).

Ad ogni modo, il Bitcoin sta dando segnali di ripresa confortanti e cerca di rimanere intorno ai 40.000 dollari: proviamo a capire cosa potrà accadere nei prossimi mesi e se questo è il momento giusto per investire.

Come avvicinarsi al mondo crypto
Le criptovalute sono un asset molto amato: alcune recenti statistiche hanno dimostrato come siano tantissimi gli italiani che hanno deciso di puntare sul mondo crypto.

Purtroppo, molti lo hanno fatto senza un’adeguata preparazione e ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che non è possibile fare investimenti con atteggiamenti di questo tipo. Bisogna conoscere le caratteristiche delle valute digitali e del loro mercato, ma anche sapere come investire.

Per esempio, può essere utile consultare approfondimenti dedicati, come la guida dedicata a come comprare Bitcoin senza errori a cura di Guidacriptovalute.com, portale specializzato che mette a disposizione degli utenti risorse utili per capire come orientarsi sul mercato delle crypto.

Nel dettaglio, le opzioni a disposizione sono due: l’acquisto diretto tramite le piattaforme degli exchange ed il trading di CFD tramite le piattaforme del broker online. Sono due modi di investire completamente diversi, anche se i passaggi da seguire per completare le operazioni alla fine sono abbastanza simili.

Le piattaforme per investire sul Bitcoin
Tramite le piattaforme degli exchange si può scambiare denaro corrente con valute digitali, mentre tramite le piattaforme dei broker si negoziano strumenti finanziari che hanno come sottostante il Bitcoin, quindi non c’è un acquisto della valuta. L’acquisto è la scelta preferita da chi vuole operare in ottica di lungo periodo, mentre il trading online consente di approfittare delle oscillazioni dei prezzi (sia al rialzo che al ribasso) nel breve periodo.

I passaggi da seguire per iniziare ad investire sul mondo crypto sono quattro. Prima di tutto bisogna scegliere un broker, poi bisogna aprire un account, caricare il proprio conto ed effettuare l’ordine. Il primo passaggio, ovvero la scelta della piattaforma, merita di essere affrontata con molta attenzione. Gli exchange al momento non sono sottoposti ad alcuna regolamentazione, mentre i broker sì, quindi a livello di affidabilità e sicurezza offrono qualcosa in più.

Le previsioni per la regina delle criptovalute
Il superamento della soglia dei 40.000 dollari è stato un momento molto importante per il Bitcoin: si inizia ad intravedere una tendenza rialzista, anche se è un momento in cui bisogna andare cauti con le previsioni.

Nei mesi scorsi la quotazione del Bitcoin ha mostrato di essere troppo ancorata all’andamento dei listini azionari per poter essere considerato come un bene rifugio, ma la corsa alla moneta digitale che c’è stata in Russia nelle ultime settimane ha rimesso il tutto in discussione.

Ad ogni modo, finché non saranno superate le tensioni geopolitiche in corso, il mondo crypto difficilmente potrà spiccare il volo. Gli analisti però si dicono convinti che il Bitcoin vivrà una seconda parte del 2022 particolarmente positiva, sganciandosi dall’inflazione che attualmente sta frenando il mercato criptovalutario e con il superamento di nuovi record. Con la quotazione attuale non è quindi da scartare l’idea di un investimento in ottica di medio o lungo periodo.