Lessico di una strage, sold out al Teatro Carignano il ricordo del trentennale delle stragi

Un teatro Carignano pieno e partecipe ha accolto ieri sera lo spettacolo diretto da Pietra Selva, Lessico di una strage, ricordo nel trentennale delle stragi con un piede nel presente. La serata, organizzata da Libera, è stata una riflessione incentrata sulle parole, quelle presenti, quelle conosciute e quelle assenti, quelle mancanti, quelle che non troviamo e che ci mancano tanto.

La regista ha portato a riflettere mettendo in scena Cassandra e Tiresia, rispettivamente Raffaella Tomellini e Diego Casale, accompagnati da un moderno coro greco capace di muoversi, occupare gli spazi, lanciare spunti, invitare alla riflessione. Il testo originale di Pietra Selva ha regalato al pubblico anche brani dei protagonisti della lotta alla Mafia, da Falcone e Borsellino al Generale Dalla Chiesa, per l’occasione portato in scena da un attore d’eccezione: Giancarlo Caselli.

E Caselli è stato protagnista anche della parte finale della serata, che ha visto una tavola rotonda cui hanno partecipato anche il giornalista Salvo Palazzolo, il consulente della Commissione Parlamentare Antimafia Davide Mattiello e la referente di Libera Piemonte Maria Josè Fava. Assente giustificato Don Ciotti.

L’apertura della serata è affidata alla musica, con un quartetto d’archi a cura del Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Sul palco le attrici e gli attori di Orme e Viartisti Caterina Anatrone, Katia Ambrosacchio, Silvia Bellinvia, Guido Tonini Bossi, Claudia Calabresi, Sabrina Cara, Loredana Casula, Luigi Cavuoto, Maurizio Corsato, Valentina Cuoghi, Mimma Ditella, Gabriella Fiorentin, Elena Forno, Susanna Gambellin, Tiziana Giovannitti, Mauro Giraudo, Antonella Lombardi, Francesca Mannino, Silvia Martino, Cecilia Marraffa, Elisa Perfetto, Silvia Rosina, Michela Tortorelli.

Lo spettacolo è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, con il patrocinio del Comune di Torino e in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino, con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino e con il Comune e il Parco Culturale Le Serre di Grugliasco.



In questo articolo: