Seguici su

Cronaca

Sigilli all’hotel di Rimini gestito anche da un torinese che ha truffato 500 clienti: danni per 800 mila euro

Avatar

Pubblicato

il

L’hotel “Gobbi” di Marebello a Rimini, che ha preso caparre e pagamenti da 500 clienti pur disponendo solo di 40 camere, è stato finalmente chiuso. Stamattina, venerdì 12 agosto, gli agenti della polizia municipale e quelli della polizia di stato hanno posto i sigilli al due stelle di via Siracusa per il non rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza e di antincendio e per irregolarità sul Tulps, il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Uno dei titolari è di Druento nel torinese e quando sono emersi i fatti era difficile rintracciarlo per notificargli il provvedimento. Secondo le indagini la maxi truffa ammonterebbe a 800 mila euro, tra soldi delle prenotazioni in overbooking e quelli che la struttura deve ai fornitori.

Per le 40 camere, occupate da famiglie, coppie e single, sono state trovate sistemazioni fino al 16 di agosto in altre strutture ricettive della città, ma se vorranno rimanere oltre dovranno pagare di tasca loro.

Foto di Herbert Frank CC BY 2.0 Generic

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *